it.tessabanpaluru.com

Come risparmiare per la pensione quando sei disoccupato


Quando sei disoccupato, risparmiare per la pensione può essere l'ultima cosa che ti passa per la mente. Può sembrare impossibile risparmiare per il futuro quando non si hanno entrate stabili a pagare le fatture di base.

Ma a seconda della situazione, potrebbe comunque essere possibile costruire il tuo gruzzolo anche se non lavori a tempo pieno. Ecco alcuni strumenti e suggerimenti per tenere d'occhio il futuro durante un periodo di disoccupazione.

Familiarizzare con IRA

I conti pensionistici individuali (IRA) sono ottimi per le persone che non hanno accesso ai piani pensionistici sponsorizzati dai datori di lavoro come i conti 401 (k). Un IRA tradizionale è simile a un 401 (k), in quanto ogni contributo è dedotto da qualsiasi reddito imponibile. Con un Roth IRA, d'altra parte, i guadagni sono tassati in anticipo, ma i guadagni che avete non saranno tassati quando prelevate denaro all'età della pensione.

IRA sono utili per le persone che sono lavoratori autonomi o che guadagnano denaro in modo incoerente attraverso il lavoro part-time o freelance. Quindi se non hai un lavoro a tempo pieno ma hai ancora un reddito da lavoro, questi conti possono aiutarti a risparmiare.

Pensa ai risparmi per la pensione come una spesa necessaria

Quando sei disoccupato, è importante gestire tutte le spese per sapere dove devi tagliare. Potresti scoprire che ci sono molti costi (acquisti di lusso, ristorazione, TV via cavo) che possono essere prelevati dal budget familiare, mentre altre spese (cibo, elettricità, pagamenti del debito) sono più necessarie. Se pensi ai risparmi per la pensione come una necessità, sarai costretto a tagliare la spesa altrove.

Passa il tuo vecchio 401 (k)

Se sei stato licenziato da un lavoro, non sarai più in grado di contribuire al 401 (k) che potresti aver avuto dal tuo datore di lavoro. Ma l'account esisterà ancora e il denaro è ancora tuo. Puoi lasciare sedimentare il vecchio account 401 (k), ma è meglio inserirlo in un conto pensionistico individuale tradizionale (IRA). L'IRA offrirà più flessibilità e opzioni di investimento e potrebbe anche avere commissioni più basse. E puoi iniziare a contribuire ad esso una volta che hai un reddito da lavoro.

Concentrarsi sul riequilibrio

Potresti non essere in grado di aggiungere molto ai tuoi conti pensionistici, ma puoi lavorare per assicurarti che siano ottimizzati. Ciò significa assicurarsi di avere il giusto mix di investimenti in base alla data di pensionamento e ottenere la miscela ottimale di titoli in vari settori e classi di attività. È sempre intelligente esaminare il proprio portafoglio per assicurarsi di non essere sovra-investiti o non investiti in nessuna area.

Cerca tassi di interesse bancari più elevati

Se per il momento non stai assorbendo molte entrate, devi avere i tuoi risparmi in contanti che funzionano per te. Ciò significa che qualsiasi risparmio in contanti si dovrebbe generare il maggior reddito possibile. I tassi di interesse sono ancora piuttosto bassi, ma molte banche online offrono tassi di interesse su CD e conti di risparmio superiori alla media.

Evita la tentazione di incassare

Potrebbe essere allettante prendere i soldi dai fondi pensione, ma dovresti evitarlo se possibile. Uno dei modi migliori per far crescere i tuoi risparmi per la vecchiaia è lasciare che i tuoi investimenti facciano la loro parte. Puoi vedere un aumento significativo dei tuoi risparmi per la pensione solo da guadagni sul mercato, anche se non stai contribuendo per il momento.

Ritirare dai conti di pensione, tuttavia, ha conseguenze. In primo luogo, i soldi che prendi non hanno alcuna possibilità di crescere e ti aiutano ad ampliare i tuoi risparmi per la pensione. In secondo luogo, ci sono sanzioni e tasse associate al prelievo anticipato dei conti di vecchiaia.

Continua a concentrarti sulla crescita, se puoi

Se sei disoccupato e hai qualche investimento in un conto di intermediazione tassabile, potresti essere tentato di trasferirli su azioni a dividendo o altri investimenti che generano reddito. Questo può dare entrate extra in un momento in cui potresti averne bisogno. Tuttavia, questo tipo di adeguamento potrebbe avere un impatto negativo a lungo termine sulla crescita complessiva del portafoglio. Se dividendi, obbligazioni o altri investimenti incentrati sul reddito ti aiuteranno a mantenere le luci accese, bene. Ma è meglio concentrarsi sulla ricerca di altre fonti di reddito o ridurre le spese prima di intraprendere questa strada.

Reinvestire i dividendi, se puoi

Se disponi già di azioni a dividendo, puoi comunque contribuire al tuo portafoglio previdenziale reinvestendo i proventi da dividendi ottenuti dalle azioni. Potresti essere tentato di usare quel reddito da investimento per pagare le bollette e contribuire a superare il tuo periodo di disoccupazione, ma se riesci a cavartela senza, indirizza i dividendi per acquistare più scorte e altri investimenti. Anche piccoli contributi aggiunti ai conti pensionistici possono comportare notevoli risparmi nel tempo.

Coinvolgi il tuo coniuge

Forse non hai mai pensato di includere il tuo coniuge nella pianificazione della pensione perché ritenevi che non fosse necessario mentre lavoravi. Ora il suo reddito può essere diretto per aiutarti a risparmiare. Questa potrebbe essere una sfida, dal momento che ora stanno lavorando anche per contribuire a pagare più delle bollette. Ma ci sono alcuni modi per usare le entrate del tuo coniuge per i tuoi conti pensionistici. Se hai un IRA tradizionale o Roth, il reddito da lavoro del tuo coniuge può andare verso il tuo account. (Nota: questo è permesso solo se le tasse vengono presentate insieme.)

Pianificare di pagare in conti successivi

Se sei disoccupato, ma aspetti di lavorare in breve tempo, puoi posticipare i contributi alla tua IRA e aggiungere denaro in un secondo momento, anche se è dopo la fine dell'anno. Di fatto, puoi contribuire a un'IRI fino al 15 aprile dell'anno successivo. Ad esempio, supponiamo che tu abbia pianificato di massimizzare il tuo IRA effettuando pagamenti mensili. (Questo sarebbe circa $ 458 al mese per un totale di $ 5, 500 per l'anno - l'importo massimo consentito dall'IRS per le persone sotto i 50 anni.) Ma diciamo che sei senza lavoro da agosto a ottobre di quell'anno. Puoi evitare di contribuire durante quel periodo e fare la differenza nei mesi successivi, anche nei primi mesi dell'anno successivo, se necessario.