it.tessabanpaluru.com

5 Errori fiscali I freelance devono smettere di fare


Non c'è dubbio, essendo un libero professionista è difficile. Dal servire i clienti a rimanere in cima al tuo gioco di soldi, non c'è carenza di lavoro da fare. A volte, le cose possono essere trascurate o impostate nel dimenticatoio mentre si affrontano questioni urgenti. Tuttavia, c'è una cosa importante che non può essere ignorata: le tasse.

In qualità di direttore finanziario, dovrai essere a conoscenza dei principali falsi fiscali che potrebbero rovinare la tua attività. Idealmente, ti impegnerai con l'aiuto di un commercialista esperto che conosce i retroscena delle strategie fiscali per i proprietari di attività commerciali freelance. Tuttavia, devi avere le anatre di fila per raddoppiare e triplicare i loro suggerimenti e consigli.

Questi sono i principali errori fiscali che i freelance devono davvero smettere di fare.

1. Non pagare la tassa di lavoro autonomo

Come libero professionista, probabilmente hai un numero di clienti che ti paga senza detrarre alcuna tassa. Perché sei un appaltatore, sei responsabile di tutte le tasse sul tuo reddito.

La tassa di lavoro autonomo è un termine che copre due imposte principali: sicurezza sociale e assistenza sanitaria statale. Come dipendente di un'azienda, il tuo datore di lavoro coprirebbe parte di questa imposta. Tuttavia, fortunatamente tu, dato che sei il tuo stesso datore di lavoro, puoi prendere la scheda sull'intera bolletta delle imposte.

Dall'altro lato del pagamento di tutte queste tasse, si ottiene una certa tregua deducendo una parte di questi pagamenti dal reddito lordo, che può ridurre l'importo delle imposte dovute in generale.

Sappi solo che è molto importante pagare le tasse sul lavoro autonomo sul tuo reddito indipendente. Se il tuo cliente ti rilascia un modulo 1099, viene anche trasmesso all'IRS. L'IRS viene a conoscenza di questo reddito e può chiedere di fare una contabilità per quei soldi se sospettano che si debbano pagare tasse su di esso.

2. Non avere un sistema di contabilità

Fare un sacco di soldi come libero professionista pu√≤ anche aumentare la responsabilit√† fiscale. Se non hai un buon sistema per tenere traccia di tutte le entrate e le spese, potresti finire a pagare pi√Ļ (o meno) tasse di quelle che dovresti.

Charleen Fariselli √® un CPA che ha lavorato con piccole imprese per oltre 10 anni. Dice che i liberi professionisti che non seguono accuratamente le entrate e le spese sono in svantaggio. "Ci√≤ influenza le loro tasse perch√© non hanno un buon sistema di contabilit√† e spesso perdono le detrazioni, quindi pagano di pi√Ļ in tasse", dice.

Charleen aggiunge anche che la mancanza di un buon sistema di contabilità può avere un impatto sulla realizzazione di pagamenti fiscali puntuali e precisi: "Questi liberi professionisti non possono calcolare quale sia il loro reddito imponibile ogni trimestre per effettuare i pagamenti delle tasse, quindi sopra o sotto pagano, se pagare affatto. "

La buona notizia è che ci sono molte opzioni di software di contabilità là fuori per aiutarti a organizzare i tuoi libri, inclusi QuickBooks, Xero, Wave e Freshbooks. Puoi anche utilizzare un semplice documento di Fogli Google.

3. Mescolando affari con piacere

Una delle cose peggiori che un libero professionista può fare è lasciare che le loro spese e entrate commerciali si riversino nelle loro finanze personali. Ad esempio, un imprenditore può utilizzare una carta di credito o di debito aziendale per coprire spese personali come l'acquisto di generi alimentari per la propria famiglia.

Il pi√Ļ grande problema con questo comportamento √® il modo in cui influisce sulla tenuta dei registri ai fini della dichiarazione dei redditi. Joshua Zimmelman di Westwood Tax & Consulting afferma che una cattiva tenuta dei registri pu√≤ creare confusione per i liberi professionisti al momento dell'imposta. "Troppi freelance perdono le deduzioni perch√© le loro finanze non sono organizzate", dice. "Separare le spese dall'inizio rende la dichiarazione dei redditi molto pi√Ļ semplice."

Se hai bisogno di aiuto per mantenere separate le tue finanze personali e aziendali, puoi optare per un conto corrente o una carta di credito. Puoi anche usare entrambi.

Se devi utilizzare denaro dai tuoi rapporti d'affari per coprire le spese personali o viceversa, assicurati di tenere un registro di tali trasferimenti. Un CPA per le piccole imprese può aiutarti a categorizzare le transazioni (prestito, prelievo proprietario, busta paga, ecc.) In modo da non incappare in problemi di tenuta dei registri o di passività fiscali.

4. Trascurare i risparmi per la pensione

La vita del freelance può essere una corsa sulle montagne russe di festa o carestia, ma è comunque importante mantenere i risparmi nell'equazione, in particolare i risparmi per la pensione. Risparmiare per la pensione non è solo fondamentale per i tuoi anni d'oro, ma può anche aiutarti a risparmiare sulle tasse.

Quando metti via i soldi per la pensione, riduce l'ammontare della ritenuta d'imposta sul reddito. Joanna Zarach √® una consulente che aiuta i liberi professionisti a pianificare la pensione. Dice: "I piani previdenziali singoli sono il modo pi√Ļ efficace per ridurre la bolletta delle imposte ora e per costruire una crescita esentasse nei conti degli investimenti".

Ci sono diverse opzioni per risparmiare per la pensione. Alcune opzioni intelligenti includono:

  • 401 (k) individuale: questo tipo di account √® ideale per i solopreneurs che desiderano limiti di contribuzione pi√Ļ elevati. Puoi risparmiare con dollari pretax mentre ricevi le detrazioni fiscali per i contributi dei datori di lavoro (anche tu sei il datore di lavoro).

  • IRA SEP: i contributi deducibili dalle tasse sono a carico del datore di lavoro (in questo caso, voi). La crescita √® posticipata fino al ritiro.

  • ROTH IRA: con questo tipo di account di pensionamento, si risparmia un reddito al netto delle imposte che cresce senza tasse per sempre.

5. Trascurare i contributi sanitari

Paul Jacobs è un CPA, EA e ufficiale presso Palisades Hudson Financial Group. Dice che spesso vede i freelance: "Dimenticare di dedurre i premi dell'assicurazione sanitaria.Un'ottima interruzione fiscale che è disponibile per i lavoratori autonomi è la possibilità di detrarre questa spesa."

Come proprietario di una piccola impresa, ci sono delle agevolazioni fiscali quando si pagano i premi assicurativi per sé stessi e per i familiari. I premi per l'assicurazione sanitaria medica, dentistica e, in alcuni casi, a lungo termine si qualificano.

Segnalare questi premi sulle tasse può ridurre il reddito lordo rettificato (AGI) che può renderti idoneo per determinate agevolazioni fiscali. L'unico avvertimento qui è che ora è necessario elencare le detrazioni al fine di usufruire di questa deduzione al momento delle imposte a causa dei recenti tagli fiscali e Jobs Jobs del 2017.