it.tessabanpaluru.com

10 motivi per ritagliare i millennial alcuni aspetti del loro denaro


In questi giorni i millennial stanno diventando pestiferi per le loro abitudini di soldi. Secondo gli osservatori, le persone di età compresa tra i 18 ei 34 anni sono finanziariamente irresponsabili - un amministratore delegato ha persino suggerito di spendere troppi soldi in costosi avocado quando dovrebbero risparmiare per una casa.

Ma questi rapporti sono ingiusti. Ci sono molte prove che suggeriscono che, da un punto di vista finanziario, i millennial potrebbero trovarsi di fronte a sfide uniche che le generazioni più anziane semplicemente non hanno affrontato.

Dovremmo prendersela comoda con i millennial quando si tratta delle loro abitudini di soldi? Forse, ed ecco perché.

1. Il college è molto costoso

Incoraggiamo i giovani a frequentare il college, ma secondo Student Loan Hero, il membro medio della classe del 2016 si è laureato con oltre 37.000 dollari in debito di prestiti agli studenti. I mutuatari tra i 20 ei 30 anni spendono in media oltre $ 350 al mese per pagare questi prestiti.

Questo debito studentesco è in gran parte dovuto all'aumento dei costi del college: i costi delle scuole pubbliche sono aumentati del 9% negli ultimi quattro anni e le università private sono aumentate del 13%. Uno studente che frequenta una scuola privata quadriennale paga una media di $ 45.000 ogni anno. Mentre è vero che i giovani adulti dovrebbero essere consapevoli del costo del college al momento di decidere se e dove partecipare, è anche chiaro che molti sono ora ammanettati dai loro debiti per gli studenti.

2. I salari non sono aumentati

Uno dei maggiori problemi con l'attuale economia è che è passato molto tempo da quando i salari sono aumentati in termini reali. In effetti, ci sono prove che la crescita dei salari è sostanzialmente rimasta stagnante dagli anni '70, e che la crescita dei salari è stata concentrata per i maggiori guadagni.

Chiunque senza una laurea ha visto i loro salari declinare, in media, nell'ultimo decennio. È facile accusare i millennial di fare cattive scelte finanziarie, ma ci sono poche prove che stiano iniziando a rotolare nell'impasto.

3. L'alloggio è davvero costoso

In molte parti del paese - specialmente quelle con buone opportunità di lavoro per i millennial - è quasi impossibile trovare una casa o un appartamento a prezzi accessibili. Un recente sondaggio condotto da ApartmentList.com su 24.000 affittuari ha rilevato che i millennial dovrebbero aspettare più di un decennio per risparmiare abbastanza per un acconto del 20% su una casa in molti mercati. In alcune città, tra cui San Francisco e Austin, l'attesa è di ben 19 anni.

Semplicemente non ci sono abbastanza case economiche accessibili per i millennial da acquistare, e con i tassi di interesse in aumento, il problema peggiorerà.

4. Il risparmio per la pensione è principalmente su di loro

Se sei un baby boom o anche un GenXer, potresti aver lavorato per un'azienda che offriva generose pensioni ai suoi dipendenti. Per gran parte del 20 ° secolo, i lavoratori potrebbero trovare un lavoro dignitoso presso le grandi aziende e sapere che riceverebbero un assegno mensile anche dopo il pensionamento.

Oggigiorno, spetta al singolo individuo risparmiare per la pensione, utilizzando un piano 401 (k) (se ne ha accesso a uno) o conti pensionistici individuali (IRA). Senza dubbio, è possibile generare un sacco di ricchezza in questo modo nel tempo, ma la maggior parte dei risparmi dovrà venire dal lavoratore, non dal datore di lavoro. E per molti giovani, mettere da parte i soldi per la pensione è un ripensamento se si trovano ad affrontare anche il debito dei prestiti studenteschi e altre spese.

5. Hanno vissuto diversi incidenti di mercato

Per i millennial, il mercato azionario e l'economia hanno fatto abbastanza bene durante il loro tempo sulla Terra, ma ci sono stati diversi grandi eventi che potrebbero averli lasciati cauti nell'investire.

Il mercato azionario ha subito tre anni consecutivi di cattive perdite dal 2000 al 2002, a causa dello scoppio della bolla delle dot com e degli attacchi terroristici dell'11 settembre. I mercati sono crollati di nuovo drammaticamente nel 2008 dopo la crisi finanziaria. Questi eventi potrebbero aver avuto luogo durante gli anni formativi di un millennio e i titoli potrebbero aver offuscato la loro convinzione nel potere di investire.

6. Molti non usano affatto carte di credito

Spesso pensiamo che i millennial abbiano una tonnellata di carte di credito. Ma secondo un sondaggio, i millennial hanno meno carte della maggior parte degli americani. BankRate.com ha riferito l'anno scorso che solo un terzo delle persone di età inferiore ai 30 anni ha una carta di credito.

7. Ognuno sta commercializzando per loro

È facile dire che i millennial dovrebbero essere più frugali, ma è più facile a dirsi che a farsi quando i dollari del marketing americano stanno bombardando quella generazione esatta. Chiedete a qualsiasi inserzionista quale sia il loro ambito ambito demografico e probabilmente vi diranno che hanno scelto come target persone di età compresa tra i 18 e i 34 anni.

Da un lato, vogliamo che i giovani siano responsabili con i loro soldi. Dall'altro, sappiamo che la spesa dei consumatori da parte dello stesso gruppo è spesso un grande motore dell'economia americana.

8. Sono più generosi di quanto pensi

Può essere frustrante vedere millennial con scarse capacità di finanza personale. Ma mentre potrebbero non essere necessariamente intelligenti con i soldi, non sono così egoisti come si potrebbe credere.

I Millennials hanno sostanzialmente inventato il concetto di crowdfunding, che ha portato a siti come GoFundMe e altri che hanno supportato organizzazioni non profit. Un sondaggio del 2014 ha rilevato che l'84% dei millennial ha donato a un ente di beneficenza quell'anno, e che è più probabile che lo facciano di propria iniziativa piuttosto che da un approccio guidato dall'alto verso il basso.

9. Sono cresciuti in un'era abbastanza prospera

Le persone che sono cresciute durante la Grande Depressione hanno imparato a vivere frugalmente e ad allungare ogni centesimo. Coloro che sono cresciuti durante la seconda guerra mondiale ricordano di aver fatto severi sacrifici. Anche i baby boomer ricordano le carenze di gas e la stagnazione economica degli anni '70.

Al contrario, i millennial sono cresciuti in un periodo di relativa prosperità. I millennial non sono mai stati costretti a imparare come risparmiare e investire per sopravvivere. È colpa loro se sono cresciuti in relativa comodità rispetto alle generazioni più anziane?

10. Gli oggetti di lusso sono praticamente necessari

Alle persone anziane piace accusare le generazioni più giovani di spendere soldi inutilmente, ma pensare alle spese che hanno avuto che non esistevano nemmeno 20 anni fa. Telefono cellulare? Difficile resistere senza di questi in questi giorni. Servizio internet ad alta velocità? Sì, è importante quasi quanto l'elettricità. I millennial hanno spese considerevoli ogni mese che un tempo erano considerati oggetti di lusso, ma ora sono considerati vitali.